WhatsApp rimanda l’aggiornamento dopo le polemiche

WhatsApp
Credits: WhatsApp Inc. / Wikipedia
Condividi l'articolo

WhatsApp sembra correre ai ripari

Ha fatto molto discutere (e cotinua a far discutere) il nuovo aggiornamento di WhatsApp, che ha messo in allarme moltissimi utenti, frequenti utiizzatori dell’app per instant messaging per eccellenza. Le nuove temute regole per la privacy (al di fuori dell’Unione Europea), infatti, prevedrebbero la condivisione di alcuni dati raccolti da WhatsApp con il “compagno” Facebook.

Tantissimi utenti si sono spaventati all’idea, abbandonando la app e correndo verso rivali molto noti come Telegram o Signal, quest’ultima promossa da Elon Musk in persona. Nonostante le rassicurazioni dell’azienda, sembra che WhatsApp si sia oramai guadagnato una nomea negativa.

Forse anche per questo l’aggiornamento in questione è stato rimandato. Previsto inizialmente per l’8 febbraio 2021, è stato spostato ora al 15 maggio. Un po’ un modo per far sì che gli utenti si prendano il tempo per capire che cosa sta succedendo e decidano se è il caso di cambiare definitivamente servizio di IM o no.

LEGGI ANCHE:  WhatsApp limita gli inoltri per fermare le catene in chat

WhatsApp ha comunque specificato che i messaggi privati sono e resteranno sempre criptati. Del resto, la pratica di condivisione di dati con Facebook non è inedita. Nello specifico, vengono già condivisi: numero di telefono; informazioni sul telefono (modello, compagnia, ecc); indirizzo IP; pagamenti e transazioni finanziare effettuate tramite WhatsApp.

Fonte: BBC

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Pensa, la Scimmia fa.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.