Enrico Ruggeri: “Da pazzi fermare tutto per un positivo ogni 400 persone”

Enrico Ruggeri su Twitter si è lamentato delle restrizione messe in atto contro il Covid, scatenando una violenta polemica

enrico ruggeri
Credits: YouTube/Enrico Ruggeri - Il capitano (Videoclip) - EnricoRuggeriVEVO
Condividi l'articolo

Sta scatenando molte polemiche un Tweet scritto da Enrico Ruggeri che si è lamentato delle restrizioni introdotte per arginare il Covid a suo dire, troppo stringenti.

Giro con la mascherina, mi disinfetto, faccio un tampone alla settimana e lo faccio fare a tutti quelli che lavorano per me. – scrive il cantante Ma se mi dicono che una regione deve fermare tutto (socialità, economia, contatti) se c’è UN POSITIVO OGNI 400 PERSONE penso che qualcuno sta impazzendo.

Ovviamente questa parole hanno scatenato un’accesa discussione tra i vari utenti che davano ragione alle parole di Ruggieri e chi invece lo attaccava, accusandolo di parlare di ciò che non sa. In particolare è stato un commento ad aver attirato l’attenzione dell’artista, tanto da rispondergli attraverso un Tweet successivo.

Come potete vedere un utente fa notare a Ruggieri che le limitazioni vengono utilizzate per impedire che quell’1 su 400 diventi col passare del tempo 1 su 50. Tuttavia il cantante ha voluto rispondere spiegando come secondo lui quella persona trovata positiva, chiudendosi in quarantena, non potrebbe comunque contagiare le altre persone e che quindi il panico sta prendendo il sopravvento.

Voi che ne pensate di queste parole di Enrico Ruggeri? Siete d’accordo con lui o pensate che stia sbagliando additando tutta la situazione generale come semplice panico? Fateci sapere la vostra opinione, come sempre, nei commenti.

Continua a seguirci sulla nostra Pagina Facebook LaScimmiaPensa.Com per altre news e approfondimenti, recensioni in anteprima sul mondo del Cinema, dei Videogiochi della Musica e delle Serie TV!

In teoria sono un giornalista. In pratica scrivo di cose belle su un sito bellissimo. Perchè dai, nessuno è più fico della Scimmia.