Stranger Things 4: Robert Englund nel cast, ecco tutte le new entry

Una nuova entrata epocale per il cast di Stranger Things

Finalmente alcune notizie concrete sulla quarta stagione di Stranger Things

La nuova stagione di Stranger Things è una delle più attese del panorama televisivo attuale. La fortunata serie ha conquistato in pochi anni una marea di spettatori, creando un franchise per tutti, che gioca su nostalgia e intuizioni pop di sicuro effetto. L’ultima stagione della serie, la terza, è uscita nell’estate del 2019.

Come praticamente ogni prodotto contemporaneo, Stranger Things ha dovuto subire le difficoltà dovute al Coronavirus. Ragion per cui qualunque notizia che ne certifichi i progressi è benvenuta, dato anche lo scenario di continui rinvii a cui assistiamo in questi mesi. La notizia in questione, assolutamente buona, riguarda il cast.

Si unirà infatti a Stranger Things, per la quarta stagione della serie, nientemeno che Robert Englund. Non occorre essere fan sfegatati del cinema horror per sapere che si tratta dello storico interprete di Freddy Kruger, il super-villain e figura portante del cinema dell’orrore, antagonista nella serie di film Nightmare.

Englund non riprenderà, come ci sarebbe da aspettarsi, i panni del suo storico personaggio. Sarà invece un certo Victor Creel, assassino imprigionato in un istituto psichiatrico per via di un omicidio compiuto trent’anni prima, negli anni ’50. Non è finita: accanto a “Freddy” il nuovo cast accoglierà tanti altri nomi succulenti.

Pariamo di Jamie Campbell Bower (Sweeney Todd), Eduardo Franco (Booksmart) e Joseph Quinn (Game of Thrones). Ci saranno poi Sherman Augustus, Mason Dye, Nikola Djuricko e Tom Wlaschiha. Voci vorrebbero anche la presenza di Levon Roan Thurman-Hawke, il fratello di Maya Hawke; ma su di lui non c’è nulla di confermato.

Non si sa molto altro sulla nuova stagione. Un piccolo teaser (qui sopra) diffuso mesi fa ha voluto svelare a tutto il pubblico che il personaggio di Hopper (David Harbour) è ancora vivo, ma si trova per qualche ragione in un campo di lavoro in Russia. Possiamo solo formulare ipotesi.

Fonte: Consequence of Sound

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia Pensa, la Scimmia fa.