Morta Franca Valeri, addio ad un’artista fuori dagli schemi

Franca Valeri
Credits: Associazione Amici di Piero Chiara

Se n’è andata Franca Valeri alle 7 e mezzo circa del 9 agosto 2020 nella sua casa di Roma, circondata dall’amore dei suoi cari. L’immortale volto comico della televisione e del cinema italiano aveva compiuto 100 anni pochi giorni fa, il 31 luglio scorso.

Ha avuto una carriera lunghissima costernata da collaborazioni con alcuni dei più importanti artisti del panorama italiano: da Fellini col quale ha girato Luci del Varietà fino ad arrivare ad Alberto Sordi e Totò

Per quel che riguarda la radio e la televisione, la Valeri è stata la voce e il volto di alcuni delle maschere femminili più iconiche dello scorso secolo: dalla Signorina Snob, passando per Cesira la manicure fino alla Sora Cecioni con la quale riuscì a raggiungere il grande pubblico con le sue apparizioni a Studio Uno.

Proprio in questo 2020, l’artista aveva ricevuto il suo primo David di Donatello che le è stato conferito come omaggio per una carriera straordinaria. Ha avuto comparse in televisione fino a quando ha potuto. Nel 2014, a novantasei anni, fu una delle ospiti più apprezzate della seconda serata del Festival di Sanremo, condotto da Luciana Littizzetto e Fabio Fazio.

Essendo nata di origine ebraica e in piena dittatura fascista, Franca Valeri ebbe a che ridire con le persecuzioni attuate dal regime fascista. Qualche settimana fa aveva fatto scalpore una sua dichiarazione riguardante l’impiccagione di Benito Mussolini a Piazzale Loreto (ve ne abbiamo parlato qui)

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia pensa, la Scimmia fa.