Ur So Gay – La canzone di Katy Perry accusata di omofobia [VIDEO]

Una brutta caduta di stile per Katy Perry

Katy Perry
Credits. Katy Perry / YouTube

C’è una canzone di Katy Perry che prende in giro un uomo per essere “troppo gay”. Si intitola Ur So Gay e la potete risentire (se proprio volete) qui sotto

Ur So Gay è una canzone di Katy Perry risalente al 2008, al suo secondo album, One of the Boys. Secondo la cantante, autrice del pezzo assieme ad altri due produttori, la traccia riguarda un uomo metrosessuale, cioè particolarmente attento alla sua apparenza e al suo abbigliamento. E fin qui, tutto normale.

I problemi iniziano quando si comincia a leggere il testo. “Spero che ti strozzi con il tuo scialle della H&M / Masturbandoti mentre ascolti Mozart / Ti lamenti di Los Angeles / Desiderando di essere sotto la pioggia a leggere Hemingway / Non mangi carne e guidi auto elettriche / Sei così indie rock che è quasi un’arte / Hai bisogno della crema solare solo per restare vivo”.

Katy Perry – Ur So Gay, 2008

E poi versi come: “Sei così gay che nemmeno ti piacciono i ragazzi”, e “Non posso credere di essermi innamorata di uno che mette più trucco di me“. In pratica, inanellando una serie di stereotipi negativi, la Perry accusa il suo uomo (o quello che lei vorrebbe lo fosse) di non esser sufficientemente virile per lei.

Katy Perry mostra di prendere in giro con straordinaria insensibilità chi non aderisce al suo modello di “uomo ideale”. Aggiunge quindi ad omofobia anche sessismo, con una accusa indiretta di non corrispondenza agli standard maschili. Una fortuna quindi che questo singolo della cantante abbia avuto molto poco successo, e che oggi quasi nessuno se ne ricordi più.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.