Morto Ulay, storico perfomer e compagno di Marina Abramovic

Una triste perdita per tutto il mondo dell'arte e non solo.

Ulay
Fonte: Wikipedia. Credits: Peters, Hans / Anefo

È morto Ulay, Frank Uwe Laysiepen all’anagrafe. A dare il triste annuncio, è la stampa di Lubiana, capitale della Slovenia dove lo storico performer si era trasferito. Nel 2009, i medici gli avevano diagnosticato un cancro. Si è spento all’età di 76 anni.

Ulay è stata una delle figure più importanti per le arti performative, soprattutto dopo il sodalizio artistico avuto con Marina Abramovic. Coppia d’artisti che esportava le loro controverse performance in tutto il mondo, fino a diventare una vera e propria coppia di fatto. Uniti dall’amore, non solo per l’arte, Ulay e Marina Abramovic diedero vita a molte performance, tra cui Imponderabilia e la passeggiata sulla Muraglia Cinese.

Partendo dai due capi opposti, la coppia mise fine al loro rapporto proprio attraversando l’antica muraglia cinese. Anni dopo, fu a dir poco toccante il loro incontro durante The Artist Is Present, in cui la fin lì impassibile Abramovic, si lasciò scappare una lacrima quando vide l’arrivo inaspettato di Ulay.

Una grande perdita per il mondo dell’arte che lascia molta tristezza nei cuori di chi ha da sempre seguito questa controversa figura. Le sue opere, le sue performance, saranno un grandissimo lascito per tutti noi. Tra questi, ricordiamo il suo ultimo Project Cancer, un documentario in cui Ulay ripercorre le tappe e i luoghi importanti della sua vita.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!