La7, videogioco scambiato per l’uccisione di Soleimani [VIDEO]

Durante la trasmissione di La7 Atlantide è andato un onda in video che avrebbe dovuto mostrare l'uccisione del generale Soleimani, ma era un videogioco

La7
Frame del Videogioco scambiato per un vero attentato da La7
Condividi l'articolo

Che in Italia non ci sia un rapporto idilliaco tra videogiochi e giornalismo è purtroppo un dato di fatto. Quello che è accaduto alla trasmissione di La7, Atlantide ne è purtroppo solo l’ennesima testimonianza.

Durante uno speciale dal funesto titolo A un passo dalla guerra, si parla dell’attentato americano avvenuto in Iran, nel quale è rimasto ucciso il generale Qassem Soleimani. Il presentatore della trasmissione, Andrea Purgatori, presenta un video nel quale si dovrebbe vedere un vero attacco portato a termine da un drone. Nel presentare la riproduzione il giornalista, serio e contrito, esclama come quello che gli spettatori stavano per vedere “sembra molto un videogioco, ma non lo è”

Tuttavia quello mostrato durante la puntata e del quale Purgatori ha svolto una dettagliata cronaca in diretta, è esattamente quello, un videogioco. Per la precisione è il trailer di un videogioco per IOS mai terminato, dal titolo  AC-130 Gunship Simulator.

LEGGI ANCHE:  Chernobyl arriva in chiaro su LA7, ecco quando [VIDEO]

Lo stesso video è stato poi rilanciato sul sito della rete con il titolo “Le immagini dell’uccisione del generale Soleimani”. Il contenuto è stato ovviamente inondato da segnalazioni che hanno portato alla rimozione dello stesso.

Sebbene nel video si possa leggere perfettamente nella parte superiore dello schermo Development Footage. This is a work in progress, questo non ha fermato il giornalista di La7 dal fare una pessima figura in diretta. A smascherare l’errore sono stati vari siti, oltre al debunker Paolo Attivissimo, che ha attacco pesantemente Purgatori su Twitter.

Il giornalista ha comunque provato goffamente a giustificarsi, porgendo la guancia all’offensiva di Attivissimo che non si è fatto assolutamente pregare.

Curiosamente il video incriminato è lo stesso che che nel 2017 venne scambiato per una vera operazione militare niente meno che dalla pagina Facebook del Ministero russo della Difesa. Come si suol dire, tutto il mondo è paese.

LEGGI ANCHE:  Chernobyl arriva in chiaro su LA7, ecco quando [VIDEO]

Leggi anche: Chernobyl arriva in chiaro su La7

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!