El Camino, rivelati gli assurdi livelli di segretezza sul set del film

el camino aaron paul

In attesa della release su Netflix, Matt Jones, il Badger di Breaking Bad, ha rivelato le misure di segretezza adottate per El Camino. Niente doveva trapelare fino all’uscita del trailer e così è stato. E, come Breaking Bad ha insegnato, tutto è stato tenuto in considerazione nei minimo particolari.

Intervistato da Fair Games, l’attore ha raccontato aneddoti che hanno dell’assurdo, a detta sua. E non gli si può dar certo torto. Tuttavia, consci del fatto che nessuno della produzione voleva che venisse rivelato alcun che su El Camino, possiamo dire che le misure adottate (e seguite da tutti), hanno dato i loro frutti. Nello specifico, Matt Jones ha dichiarato che:

“Ci sono anche io in El Camino, sì. Ma credetemi che non ho idea di cosa accada nel film. Mi hanno dato da leggere solo le scene in cui io ero presente, nulla più. Ci facevano alloggiare negli hotel di Albuquerque sotto pseudonimi per evitare ogni contatto. Io ad esempio ero Jean Luc Picard, non sto scherzando. Addirittura dovevamo indossare altri abiti sopra gli abiti di scena. Assurdo!”

C’è da fare ogni complimento possibile a chi ha ideato queste misure di sicurezza. Fino alle dichiarazioni di Bob Odenkirk, rilasciate poche ore prima dell’annuncio ufficiale, non era trapelato nulla riguardo El Camino. Nemmeno il titolo del film. Il buon Saul Goodman aveva proprio rivelato che l’attesissimo film di Breaking Bad era stato già girato ed in totale segretezza, facendo fremere tutti i fan della serie.

Fortunatamente Netflix ha rilasciato poco dopo titolo e data d’uscita, quindi i primi due trailer. Un piccolo paliativo che ha incrementato l’attesa per questo film che racconterà le vicende di Jesse Pinkman dopo i fatti di Breaking Bad e la sua liberazione dal gruppo di nazi-spacciatori.

La data fissata di El Camino è per l’11 ottobre 2019. Ancora pochi giorni e finalmente potremo tornare nel New Mexico e scoprire cosa è successo a Jesse Pinkman.