Birds of Prey, il film con Margot Robbie sarà vietato ai minori?

Harley Quinn

Birds of Prey, il film al femminile DC Comics, potrebbe riservare grosse sorprese

Margot Robbie, star e produttrice del prossimo film della Warner Bros. Birds of Prey (And the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn), ha recentemente spiegato perché ha sentito il bisogno di presentare l’imminente film di supereroi come un progetto R-rated (vietato ai minori).

“Penso che ci sia la percezione che un film d’azione al femminile PG sia considerato una specie di chick flick“, ha detto Robbie a Vogue.

In breve, Margot Robbie sostiene che un film catalogato con PG, ovvero con una censura equiparabile ai film Marvel Studios (sono tutti PG-13), con un cast tutto al femminile, potrebbe essere considerato a priori un film debole, solo per donne. Il termine chick flick si usa in termini dispregiativi ed è da intendersi con l’italico “per femminucce”. Quindi Robbie, che è anche produttrice, vuole un film violento e sanguinolento, anche con parolacce, per ottenere una censura di tipo R (in Italia sarebbe un vietato ai minori di 14 anni) per attirare più pubblico e per suscitare più interesse.

In Birds of Prey, Robbie riprende il suo ruolo di Harley Quinn dal film del 2016 Suicide Squad. Tuttavia, avrò un nuovo guardaroba e non sarà legata al Joker.

Diretto da Cathy Yan da una sceneggiatura di Christina Hodson, Birds of Prey (And the Fantabulous Emancipation of One Harley Quinn) è interpretato da Margot Robbie, Jurnee Smollett-Bell, Mary Elizabeth Winstead, Rosie Perez, Ewan McGregor, Steven Williams, Derek Wilson, Dana Lee, Francois Chau, Charlene Amoia, Chris Messina e Matthew Willig. L’uscita del film è prevista per il 7 febbraio 2020.

Leggi anche: Margot Robbie sarà Barbie in un film live-action

Scriveteci cosa ne pensate e come sempre per ogni aggiornamento continuate a seguirci su lascimmiapensa.com!