Addio a Paul Raymond, il polistrumentista degli UFO

La band si era riunita per il cinquantesimo anniversario dalla fondazione

Paul Raymond è morto, stroncato da un infarto, a 73 anni. Il chitarrista e tastierista degli UFO, la storica formazione che ha aperto la strada alla New Wave of British Heavy Metal, era in giro per il mondo proprio con gli UFO per il “Last Orders: 50th Anniversary”, il tour d’addio della band, per festeggiare il loro cinquantesimo anniversario. A dare l’annuncio della morte è stata la sua compagna, Sandra, sulla pagina Facebook ufficiale di Paul, raccontando anche dei vari tentativi dei medici di rianimarlo.

Ciao a tutti i fan e le persone che conoscevano Paul! Questa è Sandra, la compagna di vita di Paul che parla: con un cuore disperato e spezzato, pienamente in lacrime e dolori che mi stanno uccidendo devo dirvi che il mio più bello e amato tesoro Paul Raymond è morto oggi. I medici hanno cercato di rianimarlo e con successo all’inizio ma poi il suo sistema non ha retto più e non c’era più niente che potessero fare per lui, è morto di un attacco di cuore.

Il polistrumentista prima si era unito agli UFO nel 1976 per sostituire Danny Peyronel, il tastierista originale del gruppo, e successivamente aveva collaborato con il chitarrista degli Scorpion Michael Schenker e gli Waysted di Pete Way; mentre negli ultimi tempi stava lavorando ad un album di cover, High Definition, del suo progetto solista Paul Raymond Project.

Numerosi artisti hanno tributato gli onori a Raymond, tra i quali il chitarrista dei Metallica Kirk Hammet, con un tweet:

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale La Scimmia sente, la Scimmia fa