Vostok: Smania è l’onesto omaggio all’indie Rock italiano

Vostok

La band toscana prende gli stilemi e, perché no, il testimone dell’indie Rock dei decenni scorsi.

Senza troppi giri di parole: i Vostok han ricamato un ottimo album. Smania riesce infatti a tenere incollati dalla prima all’ultima traccia con una maestria degna dei grandi nomi della musica nostrana. Andiamo però con ordine.

L’album apre con una hit da classifica che non ha niente da invidiare a qualsiasi canzone, restando nel genere, che possiamo ascoltare e riascoltare in radio. La forza di Ridatemi Novembre è proprio la sua facilità di entrare in testa e mantenersi all’altezza anche per gli ascolti successivi. Il compito tutt’altro che semplice è quello di mantenere la stessa qualità per ogni traccia all’interno di un’intero progetto.

Ben 9 tracce ben congegnate, senza cali qualitativi, mantenendo la stessa impeccabile personalità dall’inizio alla fine. Proprio quest’ultima è la qualità più importante di una band e i Vostok riescono a esprimere loro stessi quasi in modo naturale in Smania.

Contesti presenti che guardano il passato dal futuro.

Ridatemi Novembre

Quel che può sembrare una supercazzola è invece ciò che traspare prepotentemente dall’album. I Vostok parlano con un linguaggio decisamente contemporaneo guardando spesso al passato ma anche guardandosi indietro da un ipotetico futuro. BOBAN è uno degli esempi che porta come titolo il calciatore bandiera del Milan negli anni ’90. Aurelia invece li porta a riascoltare le loro canzoni odierne in un futuro tanto ipotetico quanto incerto. Gran parte dei loro testi parlano al passato, come di un qualcosa di perso ma che viene trasposto allo stato attuale.

Un plauso esclusivo va senza dubbi fatto alla traccia Militare. Se nelle altre canzoni si notano ottime intuizioni, qua si superano inserendo sia un testo che gioca con le parole che un perfetto comparto musicale come cornice.

Avessi fatto il militare oggi / non sarei così depresso / perché lì ti insegnano che a crearsi dei nemici / non ci vuole molto.

Un genere affinato che trova nei Vostok degli ottimi cultori.

Smania risulta quindi un disco pregevole che vuole prendersi prepotentemente il successo che merita. Ogni brano potrebbe tranquillamente puntare al successo radiofonico o nelle playlist indie rock senza sfigurare accanto a chi è sulla scena ormai da decenni. Un ascolto più che consigliato quindi.

Smania – Vostok
Indie Rock – 2019

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.