Netflix, possibili denunce per chi condivide la password

In arrivo, una nuova disposizione che prevede la denuncia a tutti gli utenti che condividono le proprie credenziali della piattaforma.

Tempi duri per gli utenti Netflix che condividono la propria password.

Dividersi l’account di Netflix è ormai una pratica molto diffusa. Condividere la password per poter usfruire con più persone, da diversi dispositivi, i contenuti della piattaforma streaming è un espediente adottato da tantissimi utenti per dividersi le spese. Questo stratagemma è destinato a sparire, perchè in futuro saranno previste denunce e sanzioni per coloro che condivideranno illegamente la propria password.

Clicca qui per scoprire le nuove serie originali Netflix del 2019

Questo grazie a un nuovo programma di controllo, sviluppato dalla società britannica Synamedia.

Netflix

Il programma, presentato dalla compagnia durante il Consumer Electronic Show 2019, si basa sull’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale. Utilizzata per scovare le password condivise sulle piattaforme di streaming e poter così debellare il fenomeno. Ogni piattaforma, in seguito potrà contattare l’utente per invitarlo ad acquistare il servizio premium e aggiungere un nuovo dispositivo, oppure può procedere chiudendo il profilo dell’utente. Nel caso venga appurata una vendita della propria password a più individui, scatta direttamente la denuncia alle autorità. Ecco quanto dichiarato dal manager di Synamedia, Jean Marc Racine:

“La condivisione casuale delle credenziali sta diventando troppo costosa da ignorare. La nostra nuova soluzione offre agli operatori la possibilità di agire.” Alcune ricerche prevedono che entro il 2021, la condivisione di ueste credenziali costerà alle compagnie qualcosa come 9,95 miliardi di dollari.

Che cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti.

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com