10 canzoni di artisti celebri che durano meno di un minuto

0
1506

A volte anche gli artisti famosi fanno delle canzoni brevi. Molto brevi.

Non me parliamo mai, ma sappiamo che una canzone canonica di un qualunque artista musicale generalmente dura tra i due e i cinque minuti. Questo tolti alcuni generi come il prog, il metal o il jazz, che tendono naturalmente ad esagerare. Ma che dire di quelle canzoni veramente, ma veramente brevi? Che durano, per esempio, meno di un minuto? E che dire, poi, di quando queste canzoni sono realizzate da artisti di grande fama, e quindi ascoltabili da un grande pubblico?

Si tratta, di fatto, di eccezioni molto interessanti, che danno uno spettro completo dell’eclettismo di un artista. Questo perché per comprimere una canzone in meno di un minuto, si deve in ogni caso uscire dai “canoni” dell’industria discografica, sapendo che un pezzo così difficilmente interesserà un consumo di massa, potrà essere suonato in concerto o promosso come singolo.

Abbiamo provato a raccogliere dieci pezzi corti corti, della durata di meno di un minuto, traendoli dalle discografie di artisti e band celebri; nomi noti più o meno a tutti, che si sono occasionalmente dedicati a queste piccole digressioni.

Black Flag – Spray Paint

Spray Paint è una traccia di Damaged, uno dei più famosi album hardcore punk, del quale vi abbiamo parlato in questo articolo. Il genere è spesso costellato di canzoni simili, pezzi brevi, veloci e aggressivi.

Alt-J – Interlude III (Piano)

Nel primo, ormai storico album degli Alt-J, An Awesome Wave, si ritrovano tre interludi, inseriti per inspessire l’atmosfera del disco. Quello qui presente, intitolato (Piano), è il terzo di questi. Gli altri due sono (The Ripe & Ruin) e (Guitar).

Yes – Five Per Cent for Nothing

In Fragile, uno degli album più famosi della prog band Yes, ogni componente del gruppo si ritagliò un piccolo spazio da solista, componendo ognuno una singola canzone che andò poi a contribuire all’insieme. Five Per Cent for Nothing fu il contributo del batterista Bill Bruford, un piccolo episodio musicale quasi fumettistico e schizofrenico.

Red Hot Chili Peppers – You Always Sing the Same

Era il 1984, e nel loro primissimo album i Red Hot Chili Peppers erano già completamente fuori di testa. In You Always Sing the Same, il cantante Anthony Kiedis… canta sempre “the same”. Si tratta di un piccolo e veloce scherzo, che tuttavia mostra tutte le potenzialità e l’abilità tecnica della band.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here