Montserrat Caballé si è spenta oggi a 85 anni

Un altro triste giorno per la musica.

Oggi si è spenta una delle grandi protagoniste della scena lirica internazionale. La voce di Montserrat Caballé non sarà più Salomè, Manon Lescaut o Tosca. In realtà già dal 2013 la soprano si era ritirata dalle scene e da diverso tempo soffriva di problemi di salute, che nelle ultime settimane si sono aggravati. Considerata dalla critica “l’ultima diva”, è di certo una delle voci femminili più rappresentative della scuola spagnola. Era però restia alle definizioni e ai complimenti:

“Non mi considero una leggenda dell’opera, né l’ultima diva, come a volte i giornalisti scrivono. Ogni epoca ha le sue stelle, e nel mio caso l’unica merito è di aver fatto bene il mio lavoro, nel miglior modo possibile, al più alto livello”.
                                                                                             (da un’intervista del 2014)

Il suo talento strabordante e l’amore per la sua terra l’hanno resa una vera e propria leggenda in Spagna. Non solo una grandissima voce, ma anche una “catalana universale”, un’ambasciatrice della sua cultura in tutto il mondo: benché fosse specializzata nel repertorio italiano romantico, nutriva infatti una grande passione per la canzone popolare spagnola.

Così la conoscenza al grande pubblico è arrivata proprio grazie all’omaggio che la Caballé fece alla sua città, Barcellona. Registrò con Freddie Mercury l’album intitolato Barcelona, la cui celeberrima title track  fu l’inno dei Giochi Olimpici del 1992. Ed è con questo duetto meraviglioso in cui due voci leggendarie si fondono in maniera celestiale che vogliamo ricordare questa grandissima artista.

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here