I 7 attori che hanno rischiato di morire sul set!

Condividi l'articolo

Aaron Paul, Breaking Bad

In uno degli episodi della prima stagione, che sicuramente molti di voi ricorderanno, la figura di Heisenberg inizia a prendere letteralmente il sopravvento. Per i membri del cast questa puntata verrà ricordata per un episodio spiacevole accaduto ad Aaron Paul, che rischiò tremendamente la vita. Jesse Pinkman, il personaggio di Paul nella serie, stava girando una scena in un luogo abbandonato quando una roccia, che era stata collocata per lasciarla cadere tempestivamente, venne rilasciata prima del tempo. Incredibilmente l’attore, pochi minuti prima, avevo suggerito di provare la scena da una posizione diversa, evitando l’impatto con la roccia. Una circostanza inaspettata che avrebbe cambiato non solo il destino di un attore, ma anche quello di una serie incredibile come Breaking Bad.

La famiglia Brady, La famiglia Brady

Anche se può sembrare una leggenda metropolitana, si dice che l’attore Robert Reed – che interpretava Mike Brady – abbia salvato la vita ai protagonisti della serie. Durante un viaggio al Kings Island Amusement Park per l’episodio ‘The Cincinnati Kids’, i protagonisti hanno deciso di cavalcare le montagne russe conosciute come Racer, qualcosa di tipico negli anni ’70. L’idea era di posizionare una telecamera davanti a uno dei vagoni delle montagne russe per registrare le reazioni del Brady in quel momento. Fortunatamente Reed non era sicuro dell’idea e decise di fare prima un test di sicurezza. Durante questa prova i cameraman scoprirono che la macchina da presa non era ben protetta, vedendola cadere e colpire i posti vuoti, cosa che avrebbe portato alla morte tutta la famiglia. Quindi optarono di spostare la macchina verso il basso, in totale sicurezza. Un episodio agghiacciante.

LEGGI ANCHE:  Better Call Saul 4 slitta a settembre 2018

Sophie Aldred ed Elisabeth Sladen, Doctor Who

Doctor Who, una delle serie di fantascienza più famose al mondo e più lunghe della storia, ha avuto quasi a che fare con la morte di due attrici. Innanzitutto, Sophie Aldred nel 1989 durante la stagione 26, quando la ragazza fu intrappolata all’interno di un serbatoio d’acqua. Tutto sembrava procedere per il verso giusto, fino a quando non ha iniziato a rompersi, facendo sì che la ragazza si facesse male alle mani, e l’acqua riempisse l’intero studio, pieno di oggetti elettrici e cavi. Nonostante tutto, questa scena è stata inclusa nel risultato finale. Un’altra vittima è Elizabeth Sladen il cui compito era quella di guidare una barca. Il problema arrivò quando la barca si diresse verso una piccola formazione rocciosa chiamata “The Witch”. Questo portò sfortunatamente alla distruzione di un set, mentre invece la Sladen, per cercare di scappare, fu costretta a buttarsi in l’acqua.

Matthew Fox, Lost

In una situazione simile a quella di Dexter, ovvero la confusione nel mettere gli oggetti giusti in scena, l’ultimo episodio di Lost è stata vittima di un errore che quasi ha causato la morte dell’attore Matthew Fox. Durante la preparazione di una scena, quella del combattimento tra Jack e Locke (Terry O’Quinn), la troupe ha deciso che i coltelli andavano cambiati perché sembravano troppo finti, quindi hanno scelto di filmare parte del confronto con un vero coltello. Il problema è sorto quando non sono riusciti a trovare un giubbotto protettivo adatto per Jack. La solo insistenza di un coordinatore specializzato ha occupato l’intera squadra alla ricerca in modo da evitare problemi.  Alla fine, i coltelli sono stati cambiati per errore e O’Quinn ha pugnalato Fox con il vero coltello. Fortunatamente il giubbotto tanto chiacchierato è riuscito a proteggerlo durante l’impatto salvandogli la vita.

LEGGI ANCHE:  Bryan Cranston su James Gandolfini: "Senza Tony non ci sarebbe Walter"