CG Entertainment e RaroVideo proseguono con la raccolta dei film di Buñuel

2
821

Continua la raccolta della Raro Video insieme alla CG Enterteinment della maggiore filmografia del regista spagnolo Luis Buñuel, uno dei più celebri esponenti del cinema surrealista.
In questo terzo cofanetto, troviamo tre film suddivisi in tre DVD dall’ottima qualità seppur con pochissimi contenuti speciali ma comunque di pregevole fattura come l’intervista a Pedro Armocida, direttore del Festival di Pesaro. Tristana, Nazarin e Los Olvidados sono i film che rappresentano la fine del periodo messicano e del ritorno in Spagna. In particolare, spicca Los Olvidados (I Figli Della Violenza) dove c’è una chiara impostazione neorealista coniugata a quell’onirismo surrealista tipico del regista aragonese. Si prosegue quindi con le vicende di Nazarin, film basato su un racconto di Benito Perez Galdos, che narra il fallimentare tentativo di un sacerdote nel voler portare i principi cristiani in una società fin troppo marcia. Infine con Tristana, Buñuel torna ad indagare il desiderio osservando il rapporto tra una giovane donna ed il suo tutore.

Ciò che impreziosisce questa edizione è il booklet all’interno del cofanetto dove è possibile leggere una breve introduzione di Bruno Di Marino al cinema di Buñuel per poi proseguire con letture critiche di spessore, come quella di André Bazin nonché commenti dello stesso regista, Luis Buñuel. Immancabile la biografia finale insieme alla filmografia completa del regista in questione. Una raccolta essenziale ma non per questo meno affascinante, soprattutto grazie al booklet sopracitato che permette di avere un quadro completo sia per chi si approccia per la prima volta al regista di Calanda che per chi invece vuole ampliare i propri orizzonti sul cinema di Buñuel, autore del manifesto del cinema surrealista Un Chien Andalou.

Tre film fondamentali dell’autore finalmente in un pratico e prezioso cofanetto. Un altro ottimo lavoto della CG Entertainment e della RaroVideo.

Potete acquistare il cofanetto e molto altro cliccando qui.

2 Commenti

  1. Scuate, mi permetto di correggere:”tipico del regista asturiano”.
    Luis Buñuel era aragonese, nasce a Calanda nella provincia di Teruel e vive dai quattro mesi ai diciassette anni a Saragozza, entrambe situate nella regione dell’Aragona.
    Grazie per il vostro lavoro e per parlare di questo immenso regista.
    Buona giornata,
    Stefania Cecconi
    http://www.bunuelianacronica.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here