10 film che devi vedere almeno due volte

Alcuni film richiedono una seconda visione per essere compresi appieno; la trama e i personaggi possono rivelarsi totalmente diversi da come ci si erano presentati ad una prima visione.

7. Donnie Darko

“Svegliati. Ti ho osservato a lungo. Sono qui, vieni. Più vicino. 28 giorni, 6 ore, 42 minuti, 12 secondi. Ecco quando il mondo finirà”

 

Donnie Darko” è  un film del 2001 scritto e diretto da Richard Kelly, al suo esordio e interpretato da Jake Gyllenhaal.
Considerato un vero e proprio film di culto, si presta a varie interpretazioni. é una storia sovrannaturale, intrisa di rabbia tipica dell’adolescente medio; misticismo e viaggi nel tempo si mescolano e acquistano significato solo con una seconda visione.

 

8. Predestination

“Cosa faresti se ti mettessi davanti chi ti ha rovinato la vita? lo uccideresti?”

 

Predestination” è un film del 2014 scritto e diretto da Michael e Peter Spireig.
Si tratta di un thriller fantascientifico, adattamento cinematografico del racconto “tutti voi zombie” di Robert A Heinlein, pubblicato nel 1959.
Il film è curato in ogni aspetto e senza nessun buco evidente nella sceneggiatura; poca azione e tanti dialoghi caratterizzano uno dei migliori film sui viaggi nel tempo.

9. Shutter Island

“Cosa sarebbe peggio? Vivere da mostro o morire da uomo per bene?”

“Shutter Island” è un film del 2010 diretto da Martin Scorsese e interpretato da Leonardo DiCaprio e Mark Ruffalo.
Il film si basa sul romanzo “L’isola della paura (Shutter Island)” di Dennis Lehane.
Ottimo Thriller del maestro Scorsese, mai banale o scontato; colpisce lo spettatore grazie ai giochi psicologici e ai colpi di scena che si susseguono per tutta la durata della pellicola.
Alcuni dettagli, disseminati qua e la, fanno intuire al pubblico che ciò che siamo vedendo, ciò che ci viene raccontato dai protagonisti, non è effettivamente la realtà.

 

10. Se mi lasci ti cancello (Eternal Sunshine of the Spotless Mind)

“In questo momento potrei morire Clem, io mi sento così felice. Non avevo mai provato cosa fosse la felicità. Sono esattamente dove voglio essere”

“Se mi lasci ti cancello” è un film del 2004 con Jim Carrey e Kate Winslet, regia di Michel Gondry. Si aggiudica il premio: “Peggior titolo tradotto del secolo“; il titolo originale è “Eternal Sunshine of the Spotless Mind”, intraducibile in italiano, ma molto più d’impatto.

Se potessimo cancellare i ricordi brutti, non lo faremmo? la morale del film è semplice e facilmente intuibile, la pellicola si districa tra il susseguirsi di immagini incentrate su ricordi dei protagonisti e un presente pieno di incertezze.
Necessita di una seconda visione per apprezzare al meglio ogni sfaccettatura di una  trama, paradossalmente semplice, che però ci viene esposta in maniera complessa; forse è proprio questa la forza del film.