Perché genitori si nasce – 10 Film su mamme e papà per necessità

Condividi l'articolo

1 ) Il monello di Charlie Chaplin (1921)

chaplin 71Quando parliamo de Il monello parliamo di uno degli archetipi cinematografici più potenti ed importanti di sempre: il primo lungometraggio di Chaplin ed il primo film comico che si slega dal meccanismo a gag estemporanee per raccontare una storia che è anche drammatica e sofferta (ridefinendo, di fatto, la concezione di commedia cinematografica con l’accezione che oggi tutti noi conosciamo). Una relazione, quella tra il vagabondo Charlot ed il trovatello abbandonato, che, per dirla con Ejzensteijn, riesce dal particolare ad astrarre il generale come solo i più grandi capolavori del cinema sanno fare; ogni immagine è la potente rappresentazione di un’idea, di un concetto o di una semplice situazione: il monello e Charlot che si apprestano a mangiare nella desolante abitazione di quest’ultimo non costituiscono una semplice scena di povertà ma assurgono alla raffigurazione DELLA povertà; le forze dell’ordine che strappano il bambino dalle braccia di Chaplin non rappresentano un mero distacco ma IL distacco forzato di un figlio dal genitore; l’abbraccio, nel ricongiungimento tra i due, è in tutto e per tutto l’apoteosi dell’amore paterno.

LEGGI ANCHE:  I 10 concerti più imbarazzanti del nuovo millennio