Sydney Sweeney, Carol Baum critica l’attrice

La produttrice hollywoodiana Carol Baum ha avuto parole molto dure nei confronti di Sydney Sweeney

euphoria, Sydney Sweeney
Condividi l'articolo

Un duro attacco a Sydney Sweeney

Sydney Sweeney è sicuramente l’attrice de momento. Nell’arco degli ultimi mesi ha realizzato moltissime opere sulla cresta dell’onda, come l’apprezzatissimo Tutti tranne te. Tuttavia se sono molti i suoi estimatori, non manca anche qualche detrattore. In particolare, nelle ultime ore, hanno fatto molto rumore le parole della produttrice hollywoodiana Carol Baum che, in una conversazione con la critica cinematografica del New York Times Janet Maslin, ha avuto parole dure nei confronti dell’attrice.

C’è un’attrice che tutti amano adesso: Sydney Sweeney. Non la capisco Sydney Sweeney – dice. Stavo guardando sull’aereo il suo film  [Tutti tranne te] perché volevo vederlo. Volevo sapere chi è e perché tutti parlano di lei.

La produttrice, i cui crediti includono  Il padre della sposa e  Buffy l’ammazzavampiri, ha continuato definendo il film “inguardabile”. La Baum che insegna alla USC School of Cinematic Arts, ha chiesto alla sua classe:

Spiegatemi questa ragazza. Non è carina, non sa recitare. Perché è così ricercata?

Nessuno ha risposto, ma poi è stata posta la domanda: “Se potessi realizzare un tuo film solo perché c’è lei, lo faresti?” Ho detto: “Beh, questa è davvero una bella domanda… è una domanda molto difficile a cui rispondere perché tutti noi vogliamo che il film venga realizzato e chi si allontana dal semaforo verde? Nessuno che conosco. Il tuo compito è realizzare film”.

Parlando proprio di Tutti tranne te, Sydney Sweeney ha rivelato dettagli in merito a un possibile sequel dicendo a E!:

LEGGI ANCHE:  Sydney Sweeney: "Se volessi fermarmi non avrei soldi"

“Non posso rivelare tutti i miei segreti, ma Glen [Powell] e io… cioè, ho parlato con lui stamattina. Stiamo parlando di alcune cose. Tuttavia, quando si tratta di sapere esattamente di cosa stanno parlando, ha aggiunto cripticamente: ‘Non si sa mai, bisogna aspettare e vedere’”.

Che ne pensate?

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa