Laurence Fishburne e la carriera della figlia nel porno

Fisburne
Condividi l'articolo

Montana Fishburne, la figlia di Laurence Fishburne, è stata un’attrice pornografica fin dall’età di 18 anni. E quando il padre lo scoprì non la prese affatto bene

Montana Fishburne, classe 1991, è la seconda figlia di Laurence Fishburne, il beneamato attore noto come il Morpheus della saga di Matrix ma anche per un’infinità di altri ruoli. Ebbene già da giovanissima la ragazza, ispirata pare da figure come Sasha Grey ma soprattutto Paris Hilton e Kim Kardshian (queste ultime due famose per i loro sex tape) volle entrare nel porno.

Nel 2009 la ragazza fu arrestata con l’accusa di prostituzione e solo allora si decise a raccontare al padre cosa intendeva fare. A quanto pare l’attore fu sconvolto nel scoprire la scelta di carriera della figlia e specialmente nell’udire le sue motivazioni, dettate dalla ricerca di una celebrità pari a quella delle famose star di cui sopra.

Da allora si è data al porno con il nome d’arte di Chippy D., lavorando con la famosa Vivid Entertainment a partire dal 2010 e con l’attore pornografico Brian Pumper; il quale, si disse in un tweet virale nel 2011, sarebbe stato anche da lei contagiato con il virus dell’HIV (storia poi dovutamente smentita).

LEGGI ANCHE:  Matrix, 7 curiosità sul film con Keanu Reeves

All’uscita del suo secondo film, presentato con il suo nome, Montana Fishburne: An A-List Daughter Makes her XXX Debut, commentò: “Faccio questo film compiendo un passo importante nella mia carriera. Ho visto quanto successo ha avuto Kim Kardashian e credo che si debba in gran parte alla pubblicazione del suo sex tape con Vivid”. Una ricerca di fama passando per il sesso, senza fraintendimenti possibili.

Le cose peggiorarono complici i classici abusi di sostanze legati all’ambiente non esattamente innocuo. Finché, nel 2017, un video nel quale la polizia la fermava per guida in stato di ebrezza venne diffuso e finì sotto gli occhi del padre Laurence, che a quella vista pare cadde in un profondo stato di depressione.

Oggi lei ha più di trent’anni e con il padre non parla più, ciascuno dei due continuando a fare la propria vita e fondamentalmente ignorandosi a vicenda. Pare che lui le abbia detto che lei non è più la benvenuta nella sua vita, ma lei spera ancora che il padre cambi idea e sappia capire le sue scelte.

LEGGI ANCHE:  Quentin Tarantino e Marvel: il mancato film su Luke Cage

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa