Men, l’horror così disturbante da far scappare gli spettatori dalla sala

Il nuovo progetto di Alex Garland, arrivato negli Stati Uniti il 1° giugno,

Men
Condividi l'articolo

Men è il nuovo lungometraggio di Alex Garland, maggiormente conosciuto per aver diretto recentemente Ex Machina (2015) e Annientamento (2018) e sceneggiato, nel corso della sua carriera, 28 giorni dopo (2001), Sunshine (2007) e molti altri film. Questa volta, a differenza delle ultime due pellicole che ha girato, l’autore britannico ha varcato le soglie dell’horror dopo essersi affermato nel mondo della fantascienza.

Ad ogni modo, come avevamo visto nel primo trailer di Men, tale realizzazione sembra portare sul grande schermo degli elementi davvero inquietanti e disturbanti e non è molto chiaro se il contenuto del titolo si appella per forza a qualcosa di soprannaturale o se invece la realtà è un incubo peggiore della finzione. Detto questo, a giudicare da quanto è stato riportato da LADbible, alcuni spettatori non hanno retto particolarmente il progetto.

Come hanno riportato alcuni utenti su Twitter, infatti, alcuni non hanno retto Men a tal punto che hanno abbandonato la sala per quanto è disturbante, così tanto che uno spettatore ha sottolineato che la pellicola gli ha arrecato danni psicologici. Un altro, invece, ha evidenziato che era la prima volta in assoluto che vedeva gente abbandonare la sala, mentre un altro ancora si è limitato a dire che è il lungometraggio più terrificante che ha visto durante la sua vita.

LEGGI ANCHE:  Annientamento: ecco il nuovo trailer con Natalie Portman

Non sappiamo ancora quando Men arriverà nelle sale italiane, ma ci auguriamo il prima possibile così che possiamo confermare o smentire tali affermazioni. Il film, prodotto da A24 e DNA Films, con la sceneggiatura ad opera dello stesso Garland, ha un cast composto da Jessie Buckley nella parte di Harper Marlowe, Rory Kinnear che incarna Geoffrey, Paapa Essiedu che interpreta James Marlowe, Gayle Rankin nella parte di Riley e molti altri ancora.