I Simpson re-immaginati come un deprimente show inglese [VIDEO]

La deprimente versione inglese della famiglia più famosa dell'animazione

Simpson
Credits: Alasdair Beckett-King / YouTube
Condividi l'articolo

E se i Simpson fossero inglesi?

The Simptsons. Non The Simpsons. Non i Simpson, insomma; perlomeno, di certo non quelli che conosciamo. Anche se lo show di Matt Groening cede spesso a messaggi impegnativi e satira pungente, la risata è ed è sempre stata il suo principio fondante.

La stessa cosa di certo non si può dire di questa fantasiosa versione “british” della famiglia dei gialli. L’esperimento è stato immaginato dal comico inglese Alasdair Beckett-King, mente dietro a questo breve corto che sembra una delle più deprimenti puntate di The Office UK.

La clip, che sta diventando virale, mostra Homer, Marge e Bart disegnati in maniera molto meno “rotonda” e più vignettistica, con colori spenti e in un ambiente desolante. Tutto il contrario della vivacità chiassosa dell’originale americano.

I tre scambiano battute con impeccabile aplomb, tra le quali spicca un incolore “Do not have a cow, father” (non farti infartare) da parte di Bart. La scenetta si conclude con la più grigia delle freddure: Homer strangola Bart, come infinite volte nella serie che conosciamo. Ma lo uccide davvero.

“Well Margery, the boy is dead” informa quindi la moglie, mentre il corpo di Bart cade al suolo. Potrebbe sembrare quasi un creepypasta, costruito apposta per inquietare, se non si trattasse di una semplice parodia non solo dello show americano, ma anche della comicità inglese stessa.

Perché, è chiaro, questa scenetta tutto fa tranne che ridere. E, da Ricky Gervais in poi, gli inglesi si rivelano sempre più maestri di una scherzosità cupa e grottesca, che passa per una sardonica distruzione di quell’entusiasmo che gli americani, invece, ricercano assiduamente.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.