Morto Erriquez, addio al leader della Bandabardò

Scomparso uno dei simboli della musica italiana degli ultimi trent'anni

Erriquez
Credits: RadioBonobo / YouTube
Condividi l'articolo

Erriquez è morto, il cantante della Bandabardò aveva 60 anni

Viene a mancare all’età di 60 anni Erriquez, nome d’arte di Enrico Greppi, leader, cantante e chitarrista della Bandabardò. Attivo con lo storico gruppo fiorentino fin dal 1993, l’artista ha segnato la storia del folk rock italiano con la sua voce carismatica e con la sua presenza sul palco indimenticabile.

Il cantante è venuto a mancare nella sua abitazione di Fiesole, sembra dopo aver lottato a lungo contro un brutto male. Non si sa da quanto tempo fosse malato. Con il gruppo era inattivo, in studio, fin dal 2014, anno di pubblicazione del loro ultimo album ad oggi, intitolato L’improbabile.

La Bandabardò ha pubblicato dieci album in quasi trent’anni di attività e ora non è chiaro se dopo la scomparsa del loro leader intendano continuare per la stessa strada. In un post social in omaggio alla scomparsa del grande cantante, la band ha scelto di ricordarlo con alcune sue parole.

“Ogni storia ha una sua vita e ogni vita ha mille storie.
La mia vita è stata musica che accade, incontri di popoli,…

Pubblicato da Bandabardò su Domenica 14 febbraio 2021

“Salutiamo con gratitudine un guerriero generoso e un grande poeta”

“Ogni storia ha una sua vita e ogni vita ha mille storie. La mia vita è stata musica che accade, incontri di popoli, magie, racconti, mille soli splendenti e vento in faccia. Non ho rimorsi, non ho rimpianti, la mia vita è stata tutta un’avventura. Finalmente, dopo tanto inutile errare, ho trovato la donna perfetta e l’ho sposata rendendola mia per sempre”.

LEGGI ANCHE:  Le 20 migliori cover di canzoni italiane - Parte II

Il messaggio prosegue: “La mia compagna di vita, di viaggio e di sogni, la mia migliore amica, la mia donna, mia moglie Silvia a cui devo tanto, a cui devo tutto. Sono padre felice di un figlio strepitoso, il migliore che si possa desiderare, con il sorriso più bello del mondo. Rocco”.

“Ho goduto abbestia con i migliori compagni potessi avere, la mia Banda del cuore, la nostra creatura meravigliosa dai mille colori. In questo grande girotondo saluto e ringrazio tutti quelli che mi hanno amato e tutti quelli che ho amato, i nomi sono tanti, voi sapete chi”. Questo il ricordo lasciatoci da e di Enrico Greppi.

Fonte: Huffpost