Joker, il film con Joaquin Phoenix è il più contestato del 2019

joker

L’innegabile successo mondiale del Joker di Joaquin Phoenix (qui la nostra recensione) e Todd Phillips non poteva non portarsi dietro il suo strascico di polemiche. Al punto che la BBFC (British Board Film of Classification) l’ha incoronato al primo posto tra i film più contestati del 2019. Le motivazioni sono pressoché dette.

Joker, troppa violenza per inglesi

La critica principalmente mossa al film campione d’incassi è quella legata prettamente al rating del film, ossia al divieto ai minori. Troppo poco, secondo gli inglesi, un divieto ai 14 anni di età. E, sempre secondo gli inglesi, l’ideale sarebbe stato un più restrittivo divieto ai minori di 18 anni.

Venti reclami che ci permettono di notare come la critica mossa al film sia legata alla “violenza e ai toni“. Viceversa, l’ente britannico ha affermato che il divieto ai 14 anni sia corretto dal momento che nel film non indugia sulla violenza né la esalta in modo da doverlo vietare ai minori di diciotto anni.

Prima del Joker, troviamo Red Sparrow, spy movie con Jennifer Lawrence protagonista (qui la nostra recensione) che nel 2018 arrivò a subire ben 64 contestazioni per le scene di sesso e violenza presenti nel film. Tra i film di quest’ultimo ventennio, impossibile però arrivare a Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan.

Infatti, il secondo film dell’acclamata trilogia di Batman, arrivò ad ottenere ben 364 contestazioni. Quasi una contestazione al giorno, in pratica. Numeri da capogiro che con l’andare del tempo si sono affievoliti. Forse perché gli inglesi si sono abituati alla violenza o forse perché il Joker di Heath Ledger era nettamente più violento di quello interpretato da Joaquin Phoenix.

Le critiche sulla violenza del film non sono però a totale appannaggio inglese, anzi. Negli Stati Uniti, il film ha causato parecchi problemi: dalla paura di attentati fino ad alcune stroncature che vedevano in Joker un film che esalta e giustifica la violenza. Una violenza fine a sé stessa. Non pochi dubbi sulla bontà di queste critiche ma poco importa.

Anche la critica americana si è trovata estremamente divisa sul film di Todd Phillips: innumerevoli infatti sono state le recensioni estremamente negative. Per approfondire, troverete qui il nostro approfondimento a tema.

Continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com per altre news ed approfondimenti!