Il vero struggente significato della prima frase di Piton a Harry Potter

Nella prima frase che Severus Piton dice a Harry, durante la lezione di Pozioni, si nasconderebbe un significato davvero toccante

Harry Potter
Severus Piton e Lily in una scena da Harry Potter e i Doni della Morte

Harry Potter è tornato in prima serata su Italia 1 per cercare di combattere i cattivi umori legati alla quarantena per il Coronavirus. La maratona è iniziata con Harry Potter e la Pietra Filosofale che, se da una parte ha il compito di introdurre il mondo magico e i personaggi a coloro che non conoscono ancora il capolavoro di J.K. Rowling, dall’altro è già così pieno di rimandi ai capitoli successivi da rappresentare una sorta di mappa per muoversi all’interno del mondo magico di Hogwarts e non solo.

In Harry Potter e La Pietra Filosofale, inoltre, ha anche luogo il primo incontro tra l’occhialuto protagonista e Severus Piton (Snape, in lingua originale). Prima durante il banchetto nella sala grande, quando Harry coglie lo sguardo di Piton intento a fissarlo. Dopo, durante la prima lezione di Pozioni nei sotterranei di Hogwarts.

Cogliendo la distrazione di Harry – che in realtà stava semplicemente prendendo appunto sul monologo del suo professore -, Piton gli si rivolge e comincia a fargli delle mini-interrogazioni lampo. E proprio in questo momento Piton chiede al suo allievo: Cosa ottengo se verso della radice di Asfodelo in polvere in un infuso di Artemisia?

Naturalmente Harry  non conosce la risposta, soprattutto se si tiene conto che ha scoperto di essere un mago poco più di un mese prima. Il composto suggerito da Severus Piton è quello che porta al Distillato della Morte Vivente, come si scoprirà in Harry Potter e Il Principe Mezzosangue, quando il bambino che è sopravvissuto realizza la ricetta sotto lo sguardo incantato di Lumacorno e con l’aiuto del manuale del misterioso principe mezzosangue.

Quello che però è interessante sottolineare in questa prima frase detta da Piton a Harry è che, nel linguaggio vittoriano dei fiori, la ricetta del Distillato della Morte Vivente nasconde un altro significato, decisamente più toccante.

L’asfodelo è un tipo di giglio (Lily, in inglese) che nel linguaggio dei fiori ha il significato di ricordato oltre la tomba e il mio dispiacere sarà con te fino alla tomba. L’artemisia, invece, è un fiore che molto spesso viene associato al rimpianto e al rimorso. Attraverso questa lettura “floreale” della prima frase rivolta a Harry Potter da Severus Piton si evince quanto quest’ultimo sia dispiaciuto della morte di Lily Evans, la madre di Harry che sacrificandosi ha dato al figlio un potere per fronteggiare Lord Voldemort.

Per altre news e aggiornamenti continua a seguirci su LaScimmiaPensa.com