Love Death & Robot è nato grazie agli animatori anti-disney

Love, Death & Robots
Love, Death & Robots

La serie di animazione antologica non ha lasciato nessuno indifferente. Scoprite com’è nata!

Love, Death & Robots è l’ultima bomba di Netflix. La serie di animazione antologica è arrivata per rompere tutti gli schemi e la verità è che non ha lasciato nessuno indifferente. La tecnica d’animazione ha stupito tutto in positivo.

Leggi anche: Love Death and Robots: un tripudio di generi ed una potenziale rivoluzione linguistica

Con alcuni episodi sembra come se stessi iniziando un gioco, dato che la sua estetica è molto simile a quella dei filmati videoludici e la verità è che essa ha la sua ragion d’essere. Il creatore  Tim Miller e il produttore  Jennifer Miller hanno dichiarato in un’intervista a Syfy che si sono rivolti ai lavoratori in questo campo per sviluppare la narrativa. Miller è co-fondatore di Blur Studio, dove hanno creato sequenze per Batman: Arkham City o Halo 2 , in modo che siano familiarità con questo mondo.

“Veniamo da quel mondo [videoludico] dove conosciamo molti animatori. Erano nostri concorrenti ma siamo comunque tutti amici e formiamo una comunità. Questi artisti non sono interessanti a fare lavori tradizionali… Molti artisti sono lì perché non vogliono lavorare alla Disney e fare animazioni classiche con animali parlanti. Amano l’animazione, e questo sembrava perfetto per noi.”

Poi conclude dicendo che Netflix è la compagnia giusta per fare questi progetti poiché da spazio a chi non lo ha da nessun’altra parte. Netflix è disposta a provare cose nuove, mentre gli studi tradizionali non se lo possono permettere in termini di costi e tempo, o semplicemente non lo vogliono fare.

Leggi anche:

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.com