Elisabeth Moss: una promessa del cinema futuro

Elisabeth Moss

Esattamente 36 anni fa, il 24 luglio 1982, vedeva la luce Elisabeth Moss, attrice che con il passare degli anni ha guadagnato sempre più fama e popolarità, grazie alle sue apparizioni sul grande e piccolo schermo.

Nata a Los Angeles, California, da padre jazzista e manager nel campo dello spettacolo e madre anch’essa musicista, respira fin da piccola l’aria del mondo di Los Angeles, tanto da frequentare diverse scuole di danza e recitazione, ricoprendo anche un piccolo ruolo nella mini serie tv Lucky Chances all’età di 6 anni. La passione per la danza la spinse a trasferirsi dapprima a New York, e successivamente a Washington DC. In una intervista Elisabeth parla della danza come ciò che l’ha spinta a continuare, a non mollare davanti alle difficoltà ed a sapersi rialzare ogni volta che qualcosa andava storto.

Presto arrivarono i primi ruoli da attrice: all’età di 10 anni interpretò Cynthia Parks nella serie tv La famiglia Brock, e negli anni successivi recitò come personaggio o comparsa in numerose serie tv americane. A 17 anni, nel 1999 ottenne il suo primo incarico di spicco, una parte nel film Ragazze interrotte, di James Mangold, grazie alla quale fu notata da Whoopi Goldberg, che spese parole di merito verso di lei e la sua interpretazione molto realistica di Polly. Lo stesso anno iniziò le riprese come la figlia del presidente, Zoey Bartlet, nella serie West Wing – Tutti gli uomini del presidente, diretta da Aaron Sorkin. La prima menzione arrivò nel 2004, quando grazie alla parte ricoperta nel film Virgin, ottenne una nomination agli Independent Spirit Awards.

Tutti questi ruoli non fecero altro che aumentare la sua popolarità negli anni, ma la spinta maggiore la ricevette grazie alla serie tv Mad Men della AMC, in cui interpretò Peggy Olson, una giovane segretaria che dimostrando il suo talento e la sua determinazione riesce a farsi spazio e guadagnare posizioni all’interno della Sterling & Cooper, una agenzia pubblicitaria di New York in cui finora tali posizioni erano occupate solo da uomini.

Elisabeth Moss

It’s a great dynamic. The dynamic between men and women in the workplace is really interesting.” Riguardo al suo ruolo nella serie Mad Men.

La serie, iniziata nel 2007, la vede come una delle protagoniste fino al 2015, al fianco di attori quali Jon Hamm, Vincent Kartheiser e January Jones. La sua interpretazione le valse nel 2015 una nomination agli Emmy Award per la miglior attrice protagonista in una serie tv. In tutte le 7 stagioni, Peggy dimostra un grande carisma nel tener testa ai suoi colleghi e superiori, per primo Don Draper (Jon Hamm), e nel dimostrare la forza del sesso femminile sul posto di lavoro, in un’era in cui la disparità tra sessi era molto marcata. Questo prodotto rappresenta sicuramente una delle migliori serie del nuovo millennio, una serie in costume che dipinge gli anni ’60 in un quadro storico pressochè perfetto, riprendendo musiche, fatti storici, mode stilistiche, atteggiamenti. Si vocifera che dopo il termine delle riprese di Mad Men, per smaltire lo stress accumulato davanti alla cinepresa durante le diverse stagioni, Elisabeth Moss fuggì a Capri.

Dopo il ruolo in Mad Men, ha recitato in numerose altre pellicole, tra cui In viaggio con una rock star del 2011, affiancando Jonah Hill e Russell Brand. L’anno successivo prende parte in Top of the lake, serie australiana in cui l’attrice prende i panni di una detective, che le varrà la vittoria del suo primo Golden Globe. Nel 2017 la ritroviamo con una magistrale interpretazione nella serie rivelazione The Handmaid’s Tale, guadagnandosi il secondo Golden Globe ed un Emmy Award. June, interpretata dalla Moss, chiamata Difred dopo l’affido a Fred, è una ancella fertile usata dal suo “padrone” per riprodursi, in un futuro distopico in cui la fertilità è calata drasticamente e le uniche donne fertili rimaste sono le ancelle come June. Questa serie non solo è stata un successo a livello di critica cinematografica, ma è una vera e propria chicca da non perdersi, sotto ogni punto di vista, sia per le performance attoriali sia per le scelte registiche e di sceneggiatura.

Elisabeth Moss

“I auditioned for ‘Mad Men.’ I auditioned for ‘Top of the Lake.’ I obviously auditioned for ‘West Wing,’ so I still get excited when I get offered stuff. Like, a part of me thinks, ‘They think I can do it! That’s awesome!’ And that’s a part of me I have to squash; otherwise, I would do everything just because people gave it to me.

Elisabeth Moss ha inoltre aderito all’organizzazione Scientology, di cui non parla molto spesso durante le sue interviste.