RE:mind: l’horror giapponese sbarca su Netflix con una serie

0
6536

Arriva oggi su Netflix RE:Mind, la nuova serie horror di Yasushi Akimoto.

Immerse in un’atmosfera lugubre e angosciante, circondate da bizzarre armature medievali e da candelabri baroccheggianti dagli intarsi dorati, undici corpi, i cui volti sono nascosti da copricapi purpurei, siedono immobili intorno ad una tavola sfarzosamente imbandita, in una sala da pranzo sommersa in un silenzio sinistro.

Un grido disperato. Uno alla volta, vengono rivelati i volti delle undici protagoniste, studentesse che, in preda alla paura, si guardano intorno, spaesate. Perché si trovano lì?

Dopo i celebri The Call – Non rispondere e The Call 2, Yasushi Akimoto crea una nuova serie horror, realizzata in collaborazione con TV Tokyo, avente come protagoniste undici giovani studentesse giapponesi.

Per evadere dalla macabra prigione in cui sono recluse, le undici ragazze dovranno confessare le proprie atroci colpe e accettarne la drammatica verità, tormentate da reminiscenze del passato, che, come spettri, si presentano a loro, colmi di avversione, rabbia e sete di vendetta.

Esplorando l’universo del J-horror e soffermandosi ampiamente sul tema del pentimento, il regista giapponese sembra ispirarsi alla filmografia di Nakata Hideo e Shimuzu Takashi, maestri del cinema di genere.

La serie, sbarcata oggi su Netflix, si sviluppa in dodici episodi dalla durata di 23 minuti e si conclude con un epilogo di 30 minuti.

Continuate a seguirci e, per restare sempre aggiornati, parlare e discutere di tutte le novità riguardanti il mondo Netflix, andate su Punto Netflix Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here