Le migliori citazioni di Stranger Things – Il cuore 80s della serie

Condividi l'articolo

Stand By Me (Reiner, 1986)

stand by me 1.w1582.h1052

Sempre più elogi per Stephen King. 4 migliori amici molto nerd si lanciano in un’avventura dove gli adulti sono poco visibili e dove combatteranno le loro paure. Se non bastasse al momento del casting per i personaggi di Mike, Lucas, Dustin e Will, i fratelli Duffers impostarono i provini sui copioni di Stand by Me. Ma è il tono del film ad emergere maggiormente nella serie. In un età spensierata i personaggi si ritrovano a fare i conti con una vera tragedia che metterà alla prova la loro amicizia. Lo show inoltre omaggia il film con una camminata lungo i binari di una ferrovia. Un richiamo visivo evidente ed una sensazione di pericolo e pathos molto legati al film del 1986.


I Goonies 
(Donner, 1985)

Risultati immagini per stranger things goonies

La giocosità e la voglia d’avventura non può invece che riportare alla mente un altro grande successo degli anni ’80, I Goonies. Il film di Richard Donner vede una gang di ragazzi scalmanati, lanciarsi alla ricerca di un tesoro che per conquistare, li vedrà combattere nemici adulti. In Stranger Things la situazione è molto più seria, non si tratta di un tesoro da trovare, ma bensì di un amico scomparso. Ciononostante c’è un che di gioioso e innocente nella loro avventura che ricorda molto lo spirito dei Goonies. Probabilmente i due gruppi andrebbero molto d’accordo e potrebbero dare vita a delle epiche partite di Dungeon and Dragons. Il personaggio di Dustin, oltretutto, ricorda molto il mitico Chunk dei Goonies.

 

LEGGI ANCHE:  Star Wars: The Last Jedi - Perché è un film mediocre

Nightmare – Dal profondo della notte (Craven, 1984)

Risultati immagini per nightmare on elm street wall

Ogni qualvolta Elle si spinge con la mente nel sottosopra diviene vulnerabile agli attacchi del Demogorgone. Spesso per salvarsi è necessario che qualcuno ci tiri fuori da quella trance mentale. Lo stesso identico concetto che ruota attorno a Freddy Krueger, lo spietato killer degli incubi di A Nightmare on Elm Street. In entrambi i casi, per salvarsi dal mostro, è necessario che una persona di fiducia svegli il “sognatore”; così da evitare danni irreparabili. L’episodio in cui Jonathan e Nancy riempiono la casa di trappole è una chiara citazione, riprendendo il finale del film con protagonista Freddy Krueger. Altra citazione inconfondibile è data dal tentativo del Demogorgone di raggiungere il nostro mondo. La parete sembra infatti tendersi e piegarsi come se fosse molle, esattamente come nel film del 1984.