Kate Ledger: Heath non è morto a causa del Joker

Poche settimane fa vi abbiamo riportato la notizia di un documentario sulla vita di Heath Ledger intitolato I Am Heath Ledger. Tale lavoro è uno dei più attesi del Tribeca Film Festival e, come si poteva immaginare, ha riaperto il dibattito sulla vera motivazione che portò il giovane attore australiano alla morte, ormai avvenuta dieci anni fa.

In molti ancora credono che Heath fosse depresso e che questo stato d’animo fosse stato amplificato dal ruolo del Joker che stava interpretando per il secondo capitolo della Trilogia del Cavaliere Oscuro di Nolan. Pur essendo una teoria abbastanza assurda ha avuto un ampio consenso tra molti fan dell’attore, tale è stato il consenso da spingere ancora una volta i familiari di Ledger, in occasione della presentazione del documentario al Tribeca Film Festival, a smentire queste assurde teorie.

Specificamente, ad intervenire sono state le sorelle dell’attore australiano, che durante la fase Q&A del Festival hanno riaffrontato l’argomento. Ecco quanto ha detto Kate Ledger: ““Non era assolutamente depresso per il Joker. Onestamente era l’assoluto contrario. Aveva uno straordinario senso dell’umorismo e credo che solo la sua famiglia e i suoi amici stretti lo sappiano veramente. Ma si stava divertendo molto.” E ancora incalza  Ashleigh Bell, l’altra sorella di Heath, che sostiene che le voci riguardanti la presunta depressione del fratello sconvolsero la famiglia, preoccupata che ne uscisse una figura distorta dell’attore.

La speranza della famiglia Ledger è quella che queste voci cessino finalmente una volta e per tutte. Intanto, per onorare la memoria dell’attore non ci resta che aspettare l’uscita in Italia del atteso documentario di Derik Murray.