10 curiosità su: “Snatch”

Condividi l'articolo

6 – “Franky Quattrodita cambia quattro abiti diversi durante la conversazione al telefono con il cugino Avi.”
Questa scena è a dir poco esilarante, Benicio del Toro che cambia magicamente d’abito per ben quattro volte mentre è dal sarto che parla al telefono è qualcosa di unico;

7 – “Quasi ogni morte nel film avviene fuori dall’inquadratura.”
Interessante questo fatto, potrebbe essere stata una scelta mossa dalla volontà di censurare questi atti di violenza oppure, molto più probabilmente, una semplice scelta stilistica;

8 – “Durante i titoli di testa, i ladri di diamanti stanno discutendo riguardo la Vergine Maria. Si tratta di un riferimento a Le iene (1992), dove durante la scena di apertura i protagonisti anch’essi rapinatori stanno discutendo riguardo la canzone Like a Virgin di Madonna.”
Ovviamente qui non c’era neanche bisogno di spiegarlo dato che tutti avevamo colto la citazione al maestro;

9 – “Quando Mickey “vince” una nuova roulotte per sua madre, come colore sceglie il blu pervinca. In Psyco (1960), ci viene detto che Norman Bates ha aiutato a scegliere un vestito blu pervinca per la sua madre defunta. Mickey, proprio come Norman, è anche responsabile (anche se indirettamente) della morte di sua madre.”
Anche qui un altro riferimento a un grande cult, magari meno scontato del precedente ma comunque abbastanza deducibile;

LEGGI ANCHE:  C'era una volta a Hollywood, Shannon Lee contro Tarantino: "Ha preso in giro mio padre"

10 – “Quando Guy Ritchie ha detto Brad Pitt che avrebbe dovuto fare a botte, Pitt si è preoccupato perché aveva appena finito di girare Fight Club (1999) e non aveva voglia di interpretare di nuovo un ruolo simile. Ma comunque ha accettato il ruolo perché voleva lavora a questo film e voleva farlo con Ritchie.”
Di sicuro dopo tutte le botte prese in Fight Club non dev’essere stata una buona notizia quella di dover prenderle/darle di nuovo, ma sicuramente il “ripudio” per la violenza da parte di Pitt era minore della stima per Ritchie.