Che fine ha fatto Anastacia? [VIDEO]

Anastacia
Condividi l'articolo

A metà anni ’00 era una superstar della musica mondiale: e oggi? Ecco dov’è finita la mitica Anastacia

Siamo circa a metà anni ’00: Anastacia è una cantante americana ultra-trentenne, già navigata, che improvvisamente sta ottenendo il successo che merita. La sua potente voce graffiante, affiancata alle giuste e azzeccate sonorità pop/R&B, l’ha resa una superstar mondiale e un nome da cima delle classifiche.

Da singoli come I’m Outta Love (2000), una super-hit che ancora oggi ricorderete, al disperato lamento di Left Outside Alone (2004), la cantante conquista il pubblico in ogni dove. Il suo album Anastacia (2004) arriva al numero uno nelle classifiche di vendite in molti paesi tra cui la Gran Bretagna, e alla numero due qui in Italia.

Numerosissimi i suoi singoli popolari dell’epoca, tra i quali Boom (2002), canzone ufficiale dei Mondiali di Calcio di Corea e Giappone. Entro il 2005 Anastacia diviene una delle voci femminili più apprezzate al mondo, e famosa come icona pop al pari di Jennifer Lopez, Britney Spears o Christina Aguilera.

E poi, che cosa succede? Sì perché non vi sarà sfuggito che con la fine degli anni ’00 la sua figura s’è lentamente eclissata. Quanti di voi avranno ancora in casa, da quindici anni, il suo album? Eppure, oggi è difficile sapere che fine abbia fatto Anastacia: ha 53 anni e di certo le classifiche si sono dimenticate di lei da molto tempo.

I motivi ci sono, e non sono quelli che ci si aspetta. Certo, si può dire che la cantante si sia goduta un successo temporaneo, come del resto spesso accade a molti fenomeni della musica pop, senza riuscire poi ad imporsi come figura accattivante con il passare dei tempi. Specialmente per le artiste pop femminili, questo è molto difficile: bisogna costantemente rinnovarsi, mettersi alla prova, azzeccare le giuste collaborazioni.

Una vita difficile, una carriera straordinaria

Per Anastacia, però, le cose sono state sempre più difficili. Sì, perché parliamo di una donna che per tutta la vita ha dovuto combattere con parecchie difficoltà di salute, anche gravi. A cominciare dalla pericolosa Malattia di Crohn, diagnosticatale già all’età di 13 anni. E siamo solo all’inizio.

Nel 2003, sottoponendosi ad un intervento di riduzione del seno per problemi alla schiena, scopre per puro caso di avere un cancro. Sconfitta coraggiosamente la malattia, se la ritrova nuovamente davanti a dieci anni esatti di distanza, nel 2013. E sopravvive di nuovo, mostrando una forza d’animo straordinaria.

Tutta la sua carriera è tempestata da queste difficoltà, che comprendono anche un intervento di chirurgia refrattiva, condotto via laser, per una correzione della vista nel 2005; e la diagnosi di una condizione di tachicardia sopraventricolare, giuntale all’età di 39 anni. Nonostante tutto questo, Anastacia è sempre andata avanti.

Fino ad oggi ha pubblicato sette album, l’ultimo dei quali, Evolution, risale al 2017. Come abbiamo detto il suo successo in classifica è scemato già da un po’, ma questo non le ha impedito, negli anni, di rinsaldare la propria popolarità con la sua musica e con imprese correlate. Nel 2012, per esempio, è stata brevemente giudice ad X Factor.

La sua impresa più recente: è stata proprio lei, il 5 ottobre scorso, la vincitrice dell’edizione australiana de Il Cantante Mascherato, nella sua terza edizione sul continente oceanico. La cantante ha partecipato nei panni del “vampiro”. Insomma, non certo i fasti di un tempo: ma Anastacia è ancora qui e per questo non c’è che da ammirarla ed essere fieri di lei.

Scrivo di musica, cultura, arte, spettacolo e cinema. Ho pubblicato su Cinergie, Digressioni, Radio Càos, Rock and Metal in My Blood.