Ieri, Oggi, Domani – Capolavoro della commedia all’italiana

Ieri, Oggi, Domani

Ieri, Oggi, Domani è uno dei capostipiti della commedia all’italiana, un genere che è stato definito tale solo alla fine ormai del proprio corso, ovvero intorno agli anni ’70.

Volendo essere più precisi, più che di un genere si tratta di un periodo storico del cinema italiano, che nasce a fine anni ’50 e muore a metà anni ’70 circa. In questo periodo in Italia venivano prodotti principalmente film di carattere comico, ma questa comicità rimane unica nel suo genere, in quanto prende le distanze dalle classiche commedie disimpegnate, dirigendosi verso una rappresentazione più legata alla realtà.

Tra i più importanti e famosi personaggi di questo periodo d’oro ricordiamo Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Vittorio GassmanNino Manfredi, Gina LollobrigidaClaudia Cardinale, Sophia Loren, Vittorio De Sica, Marcello Mastroianni e molti altri.

La città per eccellenza che viene rappresentata nelle commedie all’italiana è Roma, e di conseguenza Cinecittà si fa il principale polo d’attrazione per gli studi cinematografici. Oggi basta guardare un solo film girato a quell’epoca per sognare di poter entrare a far parte di quel mondo. Un pensiero totalmente e globalmente condiviso, essendo ancora oggi l’Italia all’estero, riconoscibile per molte citazioni cinematografiche dell’epoca.

Ieri, Oggi, Domani

In questo panorama si inserisce Ieri, Oggi, Domani. Diretto da Vittorio De Sica e prodotto da Carlo Ponti nel 1963, vede la trama suddividersi in tre diverse storie accomunate da due fattori: Marcello Mastroianni e Sophia Loren.

Il soggetto degli episodi fu affidato a tre grandi personaggi del mondo culturale dell’epoca: Eduardo De Filippo, Alberto Moravia e Cesare Zavattini. Ognuna delle tre vicende prende il nome della protagonista, impersonata sempre da Sophia Loren.

Adelina

Venditrice di sigarette di contrabbando nel quartiere di Forcella a Napoli, non paga una multa e rischia di finire in carcere. Per evitare la carcerazione un metodo c’è: rimanere incinta. Con l’aiuto del marito Carmine, Adelina non fa altro che rimanere incinta di continuo, finché lo stratagemma fallisce e il carcere diventa inevitabile. Per sua fortuna verrà salvata dalla generosità del popolo napoletano.

Anna

Ricca donna milanese sposata, intraprende una relazione con Renzo, uomo di rango inferiore. Cerca così il proprio riscatto e la risposta a ciò che la sua vita da altolocata non le concede. Ma in realtà non c’è nulla di vero, e basterà un piccolo incidente a farle aprire per la prima volta gli occhi.

Mara

Ragazza squillo che riceve i suoi ospiti in un bellissimo appartamento su Piazza Navona, viene incuriosita da un giovane seminarista che le abita accanto. Per lui dovrà trascurare i suoi clienti, tra cui un bolognese molto fedele. Si riprometterà di convincere il giovane a partire, visto che avevo sconvolto i suoi piani dopo essersi invaghito di lei.

Ieri, Oggi, Domani

Sophia Loren e Marcello Mastroianni riescono a interpretare al meglio i propri personaggi, nonostante siano così diversi tra loro. La complicità che si percepisce tra i due è straordinaria, non a caso non fu l’unica volta che recitarono fianco a fianco. La stessa Loren, in una recente intervista risponde così ad una domanda relativa al suo attore italiano preferito: «Marcello Mastroianni, l’amore della mia vita, professionale eh… Eravamo proprio una bella coppia, non provavamo mai, io le battute le sapevo tutte a memoria, per carità, lui un po’ meno, ma dopo dieci minuti era perfetto».

Ieri, Oggi, Domani

Questo film è considerato uno dei capolavori del cinema italiano, e sicuramente il merito va in parte al regista Vittorio De Sica, che ha saputo fornire in un solo film tre spaccati di vita molto diversi tra loro ma estremamente attuali e che, proprio per questo, si aggiudicò giustamente il premio Oscar per il miglior film straniero nel 1965.

In parte però, bisogna riconoscere il merito a Mastroianni e alla Loren, perché senza di loro questo film sarebbe stato sicuramente inferiore rispetto a quanto possiamo ammirare. Il meglio emerge sicuramente nell’ultimo episodio, “Mara”: lei, che se già era ritenuta una delle donne più belle al mondo, fu certamente consacrata a sex symbol per lo spogliarello finale; lui, che calato nella parte di uomo ironico e amante del gentil sesso sembrava essere se stesso. Entrambi con Ieri, Oggi, Domani vinsero il David di Donatello.

Riguardo alla collaborazione con De Sica, Sophia Loren ci dice nel suo libro autobiografico, intitolato appunto Ieri, Oggi, Domani- La mia vita, che era “l’uomo che mi faceva più ridere. Lui era il direttore di orchestra e mi usava come uno strumento”.