Doctor Strange 2: la spiegazione delle Scene post-credits

Ecco la spiegazione di tutte le scene post-credits che appaiono alla fine di Doctor Strange nel Multiverso della Follia

doctor strange 2
Condividi l'articolo

ATTENZIONE: L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SUL FINALE DI DOCTOR STRANGE 2

Da ieri è arrivati nei cinema Doctor Strange nel Multiverso della Follia, secondo capitolo della saga dedicata allo Stregone Supremo Interpretato da Benedict Cumberbatch. Il film che rappresenta il ritorno di Sam Raimi sta ottenendo un buon successo di critica e pubblico e sta trovando apprezzamenti anche dai fan di vecchia data del mondo Marvel. Come di consueto per la Casa delle Idee, alla fine del film sono presenti delle scene post-credits. In questo caso specifico sono due. Partiamo dalla seconda che è la meno interessante e quella sulla quale abbiamo meno da dire.

Nella sequenza vediamo Bruce Campbell, amico di vecchia data del regista con presenze in praticamente ogni film del grande cineasta, interpretare nuovamente il venditore ambulante di pizza-polpette incontrasto da Strange e America nel loro viaggio nel multiverso. Questi smette di schiaffeggiarsi dopo 3 settimane a seguito dell’incantesimo dello Stregone e afferma: “È finita”. Si tratta ovviamente solo di un dolce omaggio fatto da Raimi al suo grande amico che non avrà alcuna ripercussione sul futuro del MCU. Tuttavia, per dovere di cronaca, ve la segnaliamo. Ora, però, passiamo a quello che è veramente importante.

LEGGI ANCHE:  Doctor Strange 2: Bruce Campbell nel cast? Il Tweet non lascia dubbi

Nella prima scena post-credit assistiamo all’introduzione di un personaggio che probabilmente sarà centrale nel futuro della saga del Doctor Strange. Vediamo infatti Clea, interpretata da niente meno che Charlize Theron. Questa apre uno squarcio nel multiverso verso quella che sembra essere la dimensione oscura di Dormammu che abbiamo visto nel primo film. Attira l’attenzione del dottore dicendo: Devi risolvere quello che hai cambiato. Lui senza parlare prende la cappa e la segue, evidenziando come, probabilmente, sa perfettamente chi è la donna che gli si para davanti.

Nei fumetti questa nasce una relazione clandestina tra Umar, sorella dello stesso Dormammu, e il principe Orini, leader del clan dei Mhuruuk e erede di diritto al trono della Dimensione. Clea è cresciuta ignara di chi fosse sua madre e adorando Dormammu, che suo padre ha servito lealmente. Dopo lunghe vicissitudini diventa addirittura sovrana di questo luogo oscuro e instaura anche un legame amoroso con il Doctor Strange. Essendo nata nella Dimensione Oscura dall’incrocio di due creature magiche, Clea possiede una certa padronanza delle arti mistiche che, visto anche il rapporto col Doctor Strange, raggiungono un livello considerevole.

LEGGI ANCHE:  Doctor Strange 2, le prime reazioni sono entusiaste: "100% Raimi"

Facile dunque pensare che il prossimo film vedrà il ritorno della Dimensione Oscura e dunque di Dormammu. Vi ricordiamo infatti che alla fine del primo film questo essere onnipotente viene sconfitto con l’astuzia da Strange ma possiede ancora i suoi poteri in tutto e per tutto. Rivedremo dunque anche Kaecilius? Nemico di Strange e seguace di Dormammu interpretato da Mads Mikkelsen che alla fine del primo film viene intrappolato nella Dimensione Oscura? Staremo a vedere.

Che ne pensate?