Assassinio sull’Orient Express, Johnny Depp fu umiliato sul set

Secondo un anonimo dirigente Disney a Business Insider, Johnny Depp venne umiliato sul set di Assassinio sull'Orient Express

Johnny Depp, Assassinio sull'Orient Express
Condividi l'articolo

Nel film del 2017 Assassinio sull’Orient Express ci fu la presenza di un cast davvero di tutto rispetto nel quale risaltava la presenza di Johnny Depp (qui le 10 migliori interpretazioni dell’attore). Tuttavia in quel periodo l’attore era all’inizio della sua battaglia legale con Amber Heard, in preda a guai finanziari e a problemi derivati dall’alcolismo. Questo portò l’attore ad arrivare in ritardo sul set al primo giorno delle riprese, scatenando l’ira del regista Kenneth Branagh che lo umiliò davanti a tutti. A raccontarci questa storia è stato un dirigente Disney anonimo attraverso un report pubblicato su Business Insider.

Riprese, interviste. Non ha mai nascosto la sua abitudine di fare festa – si legge sul report. Ma alla fine si è scontrato con un muro con Assassinio sull’Orient Express. Proprio quando sono iniziate le prove, nel 2017, è arrivato in ritardo il primo giorno e Kenneth Branagh, che ha diretto il film, gli ha detto con molta calma: “Non è così che lavoro. Non permetto i ritardi. Se hai questo comportamento, puoi lasciare il film. Anche adesso”.  Johnny ha quindi risposto: “Va bene signore, ho capito, non lo farò più”. Lo ha umiliato davanti alle altre star, grandi quanto lui.

LEGGI ANCHE:  Johnny Depp sbarca su Instagram, ecco la sua prima foto [FOTO]

Da quel momento in poi la carriera di Johnny Depp ha continuato a sprofondare. Sebbene Assassinio sull’Orient Express sia stato un successo acclamato dal pubblico, così come la sua interpretazione di Grindelwald nel secondo capitolo di Animali Fantastici, Depp a causa delle note beghe giudiziarie ha perso il posto nel franchise e si trova ora impelagato in una situazione davvero scomoda.

Che ne pensate?

Continuate a seguirci su LaScimmiaPensa.Com!