Mission Impossible, parte dello staff si licenzia dopo lo sfogo di Tom Cruise

Secondo quanto riportato dal Sun, alcuni membri dello staff di Mission Impossible hanno abbandonato la produzione dopo lo sfogo di Tom Cruise

Condividi l'articolo

Secondo quanto riportato dal Sun, 5 membri della crew del nuovo film di Mission Impossible, le cui riprese si stanno svolgendo nel Regno Unito, ha deciso di lasciare la produzione a seguito del violento sfogo avuto da Tom Cruise nei confronti di chi non indossava la mascherina sul posto di lavoro.

Il primo sfogo è stato davvero importante ma da allora le cose non si sono calmate – rivela una fonte al tabloid britannico. La tensione si è accumulata per mesi e questa è stata l’ultima goccia. Da quando è diventato pubblico c’è stata più rabbia e diversi membri della crew hanno deciso di andarsene.

Ma Tom non ce la fa più dopo tutto quello che hanno fatto per continuare a filmare. È arrabbiato che gli altri non la stiano prendendo sul serio come lui. Alla fine, è lui che porta avanti la produzione.

Nell’audio riportato dal Sun (qui per leggere l’articolo dedicato), possiamo sentire l’attore minacciare di licenziamento alcuni membri dello staff di Mission Impossible che non portano la mascherina.

LEGGI ANCHE:  John Landis è stufo dei film Marvel e scettico sul Dark Universe

Sono al telefono con ogni fottuto studio la notte, compagnie di assicurazione, produttori; e guardano noi e usano noi per fare i loro film. Stiamo creando migliaia di posti di lavoro, figli di pu**ana! Non voglio vederlo mai più! Mai! E se non lo fate, siete licenziati! Se ve lo vedo fare di nuovo, siete andati, caz**.

Continua a seguirci sulla nostra Pagina Facebook Ufficiale LaScimmiaPensa.com per altre news, recensioni ed approfondimenti sul mondo del Cinema, dei Videogiochi e delle Serie TV!