The Beatles: censurato il nome “razzista” della strada Penny Lane

Un'altra azione di censura a tema contro-razzismo

Penny
Un'immagine dal video "Penny Lane" dei Beatles, 1967 (Credits: frame dal canale ufficiale YouTube della band)

Penny Lane diventa “Racist” Lane, a Liverpool: è la strada della celebre canzone dei Beatles

Penny Lane è una delle più celebri canzoni dei Beatles. Fin dal titolo, che richiama un luogo specifico di Liverpool (come Strawberry Fields Forever), la canzone rientra in quelle del catalogo dei Beatles di carattere più nostalgico: nel testo Paul McCartney rivive le sue memorie della strada, e vi lega molto ricordi di gioventù e descrizioni di un mondo perduto. Tutto questo, però non ha fermato i contestatori che, agendo sull’onda Black Lives Matter e dell’indignazione per la morte di George Floyd, si sono accaniti stavolta sulla targa della famosa via. Sulla quale, come potete vedere nella foto, è stato censurato il nome “Penny”, sostituito con la scritta Racist.

Questo perché, secondo la BBC, si avrebbe il sospetto che la strada sia stata dedicata a James Penny, commercianti di schiavi del XVIII secolo. In realtà, come riporta la fonte, non ci sono reali certezze sull’origine del nome della strada, e il legame con James Penny potrebbe essere solo una diffusa diceria. La guida turistica della città, Jackie Spencer, è intervenuta, dicendosi “Assolutamente livida”, e aggiungendo: “Abbiamo svolto delle ricerche e [la strada] non ha niente a che vedere con la schiavitù. James Penny era un commerciante di schiavi [di Liverpool], ma non ebbe niente a che fare con l’area di Penny Lane“. Di sicuro, ulteriori ricerche verranno svolte, specie dopo l’accaduto.

Fonte: BBC

Continuate a seguirci sulla nostra pagina Facebook ufficiale, La Scimmia sente, la Scimmia fa.