Oscar 2019: L’Academy risponde alla lettera di Scorsese e Tarantino

I membri dell'Academy of Motion Picture Artes rispondono alla lettera firmata, tra gli altri, da Scorsese, Tarantino e Spike Lee, sulla premiazione di quattro categorie.

Quentin Tarantino
Quentin Tarantino

Continua la polemica degli Oscar 2019. Poco dopo aver ricevuto una lettera aperta da parte di più di 100 personalità del mondo del cinema, tra cui Martin Scorsese, Spike Lee e Quentin Tarantino, l’Academy ha deciso di rilasciare un comunicato stampa in cui spiega la sua posizione.

La polemica è nata quando John Bailey, presidente dell’Academy of Motion Picture Arts, ha annunciato che quattro premi – per montaggio, fotografia, cortometraggio dal vivo e Trucco e acconciatura – sarebbero stati annunciati durante le pause della nottata degli Oscar. Questo per ridurre la durata della diretta da quattro a tre ore, con  la speranza di vedere un lieve aumento dell’indice degli ascolti.

Leggi anche: 13 film ingiustamente ignorati agli Oscar 2019

Una decisione, questa, che non è stata presa bene né dal pubblico, né tantomeno dai professionisti del settore, che hanno parlato di censura, e riconoscendo come fosse svilente sminuire il lavoro di qualcuno che collabora alla realizzazione di un film e, più in generale, dell’intera fabbrica dei sogni di Hollywood.

I membri dell’Academy quindi hanno deciso di rispondere direttamente alla lettera.

“Vorremmo rassicurare tutti sul fatto che nessuna categoria sarà presentata in modo svilente per il lavoro di nominati e vincitori alla 91a edizione degli Oscar.”.”

Nel comunicato i responsabili dell’Academy hanno anche sottolineato una disinformazione generale riguardante la decisione presa da Bailey.

“Sfortunatamente, a causa di informazioni inaccurate e post superficiali sui social media, abbiamo assistito ad una catena di incomprensioni che, comprensibilmente, ha portato molti membri dell’Academy ad reagire con rabbia. Ci piacerebbe, dunque, avere l’occasione di illustrare di nuovo il piano di presentazione dei premi.”

Di seguito vi riportiamo i punti salienti del comunicato:

  • Tutte le 24 categorie dei premi saranno presentate, in diretta, sul palco del Dolby Theatre di Los Angeles.
  • Quattro Categorie – Fotografia, Montaggio, Trucco e Acconciatura, Cortometraggio dal vivo – si sono offerte volontari e hanno accettato di vedere le nomination e i premi che le riguardano mostrati in un secondo momento della diretta. Il tempo speso per salire e scendere dal palco verrà così eliminato.
  • I discorsi dei quattro vincitori saranno inclusi nella diretta.
  • Nei prossimi anni alcune categorie – da quattro a sei – potrebbero venir scelte a rotazione, in collaborazione con i produttori dello spettacolo. Le quattro categorie di quest’anno non saranno, naturalmente, quelle del 2020.
  • Tali cambiamenti nella formula dello show sono stati discussi e concordati dal Board of Governors lo scorso agosto, con il totale appoggio delle commissioni esevutive. Le disposizioni in questione sono state deliberate nella loro totalità.

Continua a seguirci su Lascimmiapensa.com per altre news ed approfondimenti!