Lo scenografo di Jeeg Robot beccato a smaltire rifiuti illegalmente

Alcune volte è difficile riuscire a distinguere la realtà dalla finzione. Lo scenografo di Jeeg Robot è stato beccato a smaltire illegalmente i rifiuti

Condividi l'articolo

Vi ricordate la scena del film di Gabriele Mainetti Lo Chiamavano Jeeg Robot? Quella iniziale, in cui Claudio Santamaria cercava di sfuggire alla cattura gettandosi nel Tevere ed incappando in alcuni rifiuti tossici.

Questa era la premessa di una delle più belle pellicole italiane uscite ultimamente e sceneggiata da Nicola Guaglianone.

Gianluca Franculli è stato lo scenografo di Jeeg Robot ed è stato beccato a smaltire rifiuti illegalmente.

Una pattuglia dei Carabinieri di Roma ha provveduto all’arresto di Franculli, del fratello e di un dipendente dell’azienda. Gli uomini dell’arma sono intervenuti insospettiti da una colonna di fumo alzatasi in zona Appia Antica. Lì hanno trovato il dipendente dell’azienda intento a spegnere un rogo generato da rifiuti quali legno verniciato e plastica.

Ora tutti e tre sono stati rilasciati ma restano ancora molte cose da chiarire. Intanto è stata disposta una perizia del tribunale per vedere cosa abbia generato quell’incendio e se il materiale era scenografico.

LEGGI ANCHE:  I dieci film notevoli (ma non migliori) del 2016!

Gianluca Franculli oltre che per Lo Chiamavano Jeeg Robot, ha lavorato a molti lavori internazionali. Vincitore di ben 2 Pellicola d’Oro, in concorso per la terza.

Fonte: Il Giornale