I 15 Migliori Film di Martin Scorsese

0
15205
! TAXI B184

15 Migliori Film di Martin Scorsese

Autore delle meravigliose New York-Stories, Scorsese attraverso il suo sguardo realistico e la sua tecnica ineccepibile, spazia dal noir, al musical, alla commedia sia in epoca contemporanea che in fasi storiche passate.

Consigliamo 15 delle sue Opere per approcciarsi al meglio allo stile del regista di Little Italy, tra criminalità organizzata ed eroi imperfetti.

 

15. Il Colore dei Soldi, 1986

Eddy (Paul Newman) ha ormai appeso al chiodo la sua stecca da biliardo e dedica le sue giornate all’amore per l’alcool e a quello per Janelle. Per caso vede giocare Vincent Lauria (Tom Cruise) contro il miglior giocatore di zona, riaccendendo in lui quella fiamma spenta da tempo.

Eddy e Vincent sono uno lo specchio dell’altro, una persona in due diverse fasi della vita: paradossalmente in linea con la scelta del cast di Martin Scorsese (un colosso di grande esperienza come P. Newman con un Tom Cruise agli esordi). Ma la morale è sempre quella: il verde del tavolo e quello dei soldi hanno un unico mattatore: la fortuna.

 

14. Gangs of New York, 2002

“La cosa che somiglia di più alla carne dell’uomo è la carne del porco.”

New York, 1846. Cutting è lo spietato capo della banda dei Nativi. Grazie ad un grottesco Daniel Day-Lewis, il leader violento ed efferato ostenta la supremazia dei nativi americani ed un patriottismo quasi malato. Con i suoi baffi, il suo occhio di vetro e il suo imponente cilindro è il filosofo conservatore di un America pura e punto di forza di tutta la pellicola.

L’America è nata nelle strade“. Scorsese omaggia chi ha dato le fondamenta alla sua amata metropoli, che si trova nel limbo fra l’Inferno e il Paradiso, e racconta del suo scomodo passato, tralasciando qualsiasi pregiudizio dietro il suo passare.

 

13. Chi sta bussando alla mia porta, 1967

J.R. detto Charlie (Harvey Keitel) è un cattolico convinto di Little Italy. Percaso incontra Katy e se ne innamora, ma il suo passato è troppo oscuro per J.R che corre dal suo confessore.

Fin da questo lungometraggio si nota lo stile che andrà a costruire la leggenda del Cantore delle New York Stories, difatti, nonostante il semplice intreccio, “Who’s that knockin at My Door“, si presenta perlopiù come un affresco delle strade della Little Italy, tra privato e pubblico, tra casa e Chiesa, tra violenza e religione.

 

12. The Departed, 2006

Il leggendario Jack Nicholson nei panni del potente boss mafioso irlandese Frank Costello in “The Departed”, gangster movie ispirato al noir orientale Internal affairs. Tra doppi giochi e un’impietosità che l’ha reso il più grande esponente mafioso di Boston, Frank Costello mostra anche una particolare premura nei confronti di una delle sue giovani reclute Billy Costigan (Leonardo Di Caprio).

Un capolavoro che mescola la visione tra bene e male, poichè entrambe corrotte in un universo dove non vi sono eroi ma solo l’inevitabile furia degli eventi e lo smarrimento dei personaggi.

“I soldi non mi sono più serviti da quando li ho rubati ad Archie in quinta elementare; a dir la verità nemmeno la fica mi serve più: però mi piace.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here